Arci Numero Verde

Numero Verde per i richiedenti asilo e rifugiati : 800 905 570

Archivi per il mese di “ottobre, 2012”

“Non siamo fantasmi, siamo persone!”

Roma, centro storico, Pantheon.

Mobilitazione per le oltre 20.000 persone accolte nella gestione Emergenza Nord Africa, piazza del Pantheon 30/10/’12

Una giornata per far sentire la propria voce, e farsi vedere. Si parla di persone: i profughi dell’emergenza Nord Africa partiti dalla Libia nel 2011. Siamo scesi in piazza con loro ieri per manifestare la preoccupante condizione che si prospetta per le oltre 20.000 persone presenti nella rete d’accoglienza Emergenza Nord Africa. Quale sarà il futuro di queste persone dopo il 31 Dicembre 2012?

Le questioni fondamentali ed urgenti ribadite in piazza sono la definizione dello status giuridico dei richiedenti asilo e di tutti coloro che non hanno ancora ricevuto una forma di protezione dalle Commissioni territoriali, e l’immediato stanziamento di adeguate risorse per l’uscita dall’accoglienza dei profughi dell’Emergenza Nord Africa. Continua a leggere…

Annunci

Appello alla mobilitazione nazionale a favore dei profughi ENA

Emergenza Nord Africa: dignità e certezze per i profughi e i territori coinvolti

Martedì 30 ottobre 2012 manifestazione a Roma

Piazza del Pantheon, ore 14

Mobilitazione per le oltre 20.000 persone accolte nella gestione Emergenza Nord Africa

Mancano meno di tre mesi alla conclusione della cosiddetta Emergenza Nord Africa, la cui gestione è stata affidata alla Protezione Civile, e non si sa ancora quale sarà la sorte delle oltre 20 mila persone giunte in Italia dalla Libia nel 2011, tra cui molti rifugiati in fuga da guerre e persecuzioni.

Preoccupa la mancanza di un provvedimento che consenta alle molte migliaia di persone presenti di ottenere un titolo di soggiorno di lungo periodo, senza il quale è impossibile avviare qualsiasi progetto di inserimento sociale. Continua a leggere…

Ministero dell’Interno Commissione Nazionale per il Diritto d’Asilo

 OGGETTO: SITUAZIONE IN MALI.

Di seguito alle circolari n. 3615/CN del 2 aprile 2012 e n. 3756/CN del 23 aprile 2012, concernente l’oggetto, ed in relazione ai quesiti che continuano a pervenire da parte di alcuni Presidenti di Commissioni Territoriali in merito al comportamento da tenere nei confronti dei richiedenti protezione internazionale provenienti dal Mali, si comunica che lo scrivente ha sottoposto la problematica in argomento alla Commissione Nazionale nella seduta del 13 giugno 2012.

Nella circostanza, la CN, ha preso atto della relazione, che si unisce in copia, predisposta dal competente Ufficio Affari Internazionali e Comunitari, sulla situazione di grave crisi umanitaria in cui versa il Mali. La commissione al riguardo ha ritenuto che la situazione conflittuale sia tuttora in evoluzione e che, nonostante nella citata relazione si parli del Nord del Paese, risulta difficile, in mancanza di notizia ed elementi più dettagliati, delimitare ben definite aree a rischio, anche perché le rimanenti aree del paese potrebbero essere, da un momento all’altro, coinvolte nella stessa situazione conflittuale che, attualmente, riguarderebbe il territorio settentrionale del Mali.

La C.N. ha, pertanto, suggerito che ai soggetti provenienti dal Mali debba essere riconosciuta, in linea di principio, la protezione sussidiaria.

Sempre in relazione alla situazione del Mali, questa C.N. è stata interpellata -sulla scorta di una recente pronuncia di un Giudice di merito – sulla possibilità di accogliere le relative domande senza procedere all’audizione dell’interessato. Continua a leggere…

Navigazione articolo